#WHATISAHANDKERCHIEFFOR

A COSA SERVE UN FAZZOLETTO

Ne ho tantissimi, colorati, stampati, in lino, cotone o seta, sono in un cassetto ordinati a fisarmonica, stirati piegati in quattro parti uguali. La mattina ne scelgo uno, lo apro, lo stropiccio stringendolo nel palmo della mano poi lo infilo nel taschino della giacca, mi piace che sporga poco, a volte lascio che siano le punte e una parte del disegno ad uscire appena un po’ dal taschino. Mi piace che un lembo del fazzoletto stropicciato esca appena dalla tasca, dal fianco del pantalone.

Quando ero piccolo mio padre usava il suo per soffiarmi il naso, erano fazzoletti bianchi enormi, con le cifre ricamate in bianco, le pieghe della stiratura disegnavano geometrie perfette, ricordo la consistenza, il peso, il profumo.

Forse per questo amo il fazzoletto, è un accessorio, sentimentale, dimenticato, serve ad asciugarsi la fronte, le lacrime, le mani, per chi, come me, porta gli occhiali per pulire le lenti, lo puoi offrire a chi ne ha bisogno sapendo che te lo renderà lavato, stirato, piegato in quattro parti uguali.

PROTECTING OUR WILD FUTURE

Una partnership tra Massimo Alba e African Parks

Quale sarebbe l’unica cosa senza la quale l’umanità, come specie, non potrebbe esistere? La Natura. La Natura ci dona sostentamento, fornendoci l’aria che respiriamo, l’acqua con cui ci dissetiamo, il cibo che mangiamo, la casa che abitiamo. È questo il motivo per cui abbiamo dedicato la collezione di fazzoletti e sciarpe “Africa” ad African Parks – una associazione ONG che si occupa della gestione di aree protette in Africa su incarico di governi e in collaborazione con le comunità locali. Con la loro gestione di 15 parchi in nove paesi stanno preservando più di 10,5 milioni di ettari di paesaggi incontaminati; stanno proteggendo alcune delle specie più importanti del pianeta – tra cui elefanti, rinoceronti, leoni e gorilla; e stanno così creando luoghi sicuri e prosperi per milioni di persone. Quando compri un fazzoletto o una sciarpa della collezione “Africa” di Massimo Alba, stai dando il tuo supporto agli sforzi di African Parks, stai dando il tuo contributo per la protezione del futuro della nostra natura incontaminata.

Scopri di più su www.africanparks.org

 

Ho sempre guardato al mondo animale con un senso di ammirazione infinita, e di infinito rispetto. Non ho mai amato la visione da cartone animato, antropomorfa, degli animali: li ho sempre visti come esseri straordinariamente interessanti proprio per tutto quello che li differenzia da noi umani — non li ho mai percepiti come nostre proiezioni, come bizzarri umani sotto mentite spoglie. Per me gli animali sono fieri, nobilissimi, misteriosi. Dotati di una sensibilità, di un’intelligenza e di una saggezza diversa da quella di noi umani, distante dalla nostra e per questo ancora più affascinante.

Amo la loro nobiltà, l’impenetrabilità dei loro pensieri: mi paiono depositari di segreti — sulla natura, sugli altri animali, sulla vita — impossibili da immaginare per la maggior parte di noi umani (è per questo che fin da bambino ammiro così tanto gli scienziati, etologi, gli studiosi del mondo animale e coloro che hanno dedicato la loro vita alla conservazione degli habitat).

La fragilità dei loro habitat é per me costante fonte di preoccupazione, la tutela della vita del regno animale mi è sempre sembrata un dovere fondamentale di tutti noi umani. Il mestiere che ho scelto, il direttore creativo, mi mette quotidianamente davanti a un tema centrale del mio lavoro: la bellezza, e la sua fragilità.

E’ per questo che quando ho visto il tratto ad acquerello di una giovane artista, Clementina, ho provato il desiderio di collaborare con lei: e insieme con lei è nata l’idea di legare il nostro progetto a African Parks, associazione NoProfit di cui lei è Young Ambassador, che si occupa della tutela e conservazione dei parchi in Africa.

Dal nostro lavoro insieme sono nati dei fazzoletti e delle stole dedicate agli animali dell’Africa: parte del ricavato dalle vendite andrà all'associazione. Una piccola, buona cosa per esprimere la mia — la nostra — profonda gratitudine per tutto quello che gli animali rappresentano per noi.